“Mò Basta!” si costituisce parte civile nel processo contro il gruppo del clan di Casal di Principe che opera a S. Maria La Fossa e Grazzanise

“Mò basta!”, il sodalizio che raggruppa associazioni, sindacati e Camera di Commercio impegnato nella lotta per la legalità e lo sviluppo in provincia di Caserta, si è costituita parte civile nel processo che vede imputati ben 44 presunti affiliati al clan di Casal di Principe che opera soprattutto nella zona di S. Maria la Fossa e Grazzanise

 

L’Associazione Mò Basta. Associazioni e Sindacati insieme per la legalità e lo sviluppo, rappresentata dal presidente Francesco Geremia (CNA Caserta) e dal consigliere delegato Giovanni Allucci (Agrorinasce), nel corso dell’udienza presso l’ufficio GUP del Tribunale di Napoli del 24 febbraio 2014, dove si svolge il processo abbreviato a carico della maggior parte degli imputati, ha accolto la richiesta di costituzione di parte civile dell'associazione "Mò Basta!”, sulla base del presupposto che gli associati soddisfano la tutela degli interessi collettivi delle imprese e dei lavoratori. L’avv. Patrizia Parisi è stata incaricata per la costituzione parte civile per conto dell’associazione.

 

Nel processo sono vittime offese decine di imprenditori della Provincia di Caserta e amministratori comunali e vittime indirette i lavoratori che hanno perso il posto di lavoro a causa dell’azione intimidatrice della camorra.

 

Continua la battaglia civile per l’affermazione della cultura della legalità e nella lotta contro la criminalità, promossa da tutte le associazioni di categoria e i sindacati della Provincia di Caserta. – come afferma il consigliere delegato Giovanni AllucciStaremo sempre accanto agli imprenditori e agli amministratori che sono vittime della camorra”.

 

Sono soci dell’Associazione Mò Basta oltre la Camera di Commercio di Caserta e Agrorinasce (che l’ha promossa) tutte le più importanti associazioni di categoria ed i sindacati come Confindustria di Caserta, CNA di Caserta, CIA di Caserta, Confagricoltura di Caserta, Coldiretti di Caserta, Confartigianato di Caserta, Legacoop Campania, ASCOM Caserta, Confesercenti di Caserta Cgil, Cisl e Uil Caserta, Ugl Caserta e Arci Caserta.


Sei qui: Home Antiracket e antiusura “Mò Basta!” si costituisce parte civile nel processo contro il gruppo del clan di Casal di Principe che opera a S. Maria La Fossa e Grazzanise